Advertising Design Verona | Is Charlie
Tel. 045 6336888 | ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI

Advertising Design Verona

advertising design verona

Advertising Design Verona

La definizione di Advertising design riguarda letteralmente la progettazione della pubblicità relativa ad un marchio o ad un’ azienda, nello specifico si riferisce alla creazione e organizzazione di disegni e immagini utilizzate poi in pubblicità per prodotti e servizi.
Le immagini o disegni realizzati e utilizzati in pubblicità sono creati da grafici specializzati per realizzare brochure, cartelloni, biglietti da visita,striscioni, tovagliette, ecc…
Gli ideatori utilizzano soggetti ed elementi che provengono dalla loro stessa fantasia , dai cartoni animati, e ancora da illustrazioni e fotografie.
Scopo dell’ Advertising design è quello di arrivare al target di riferimento  e indurlo a prestare attenzione prodotti e servizi proposti portandolo all’ acquisto.
L’ agenzia Carlo Stancanelli che realizza Advertising design utilizza grafici di talento nell’arte del design creativo e che ne capiscono di marketing per promuovere prodotti e servizi attraverso la comunicazione visiva .
Dettagli, particolari ed intuizione, danno vita ad un progetto, per poi svilupparsi in più complessi moduli comunicativi.
Nulla è lasciato al caso o trascurato.
I passi per pianificare l’ Advertising design passano dalla progettazione del logo a quella dell’ immagine coordinata, da quella volantino a quella dei manifesti, e sottolineano un metodo di lavoro attento e al passo coi tempi.

direct_marketing

COMUNICAZIONE SU MEZZI PUBBLICI O PRIVATI

La comunicazione commerciale sui mezzi pubblici e privati è una forma di pubblicità che si serve dei mezzi di trasporto per evidenziare prodotti, servizi o direttamente il nome di un’ azienda.
Per questo tipo di pubblicità vengono utilizzati mezzi di trasporto, pubblici e privati, sui quali vengono impresse immagini e slogan direttamente su autoveicoli o persone che supportano cartelloni pubblicitari.
Esempi di questo tipo di comunicazione sono la pubblicità sui mezzi privati (automobili, furgoni, camion), oppure sui mezzi pubblici (sia all’esterno sia all’interno di taxi, autobus, pullman, tram, treni), ed infine la pubblicità aerea (dirigibili, striscioni attaccati ad aeroplani, ecc).
Interessante è che esistano anche mezzi costruiti appositamente con scopo esclusivamente pubblicitario, come i camion vela e le biciclette pubblicitarie.
La comunicazione sui mezzi pubblici e privati ha indubbiamente notevoli vantaggi fra cui il fatto che la loro forma inusuale consente di attirare l’attenzione di un gran numero di potenziali acquirenti. Inoltre, essendo di grande impatto visivo, si presta bene ad innestare dinamiche virali: in altre parole le pubblicità sui mezzi di trasporto sono spesso divertenti o curiose, venendo quindi fotografate e condivise nei Social Network, e quindi assumono così una visibilità incredibilmente superiore rispetto all’ area geografica effettivamente percorsa dal mezzo utilizzato.
Oltre a questi sono molto utilizzati anche mezzi più o meno statici come targhe, insegne di esercizio, cartelli, impianti di segnaletica di indicazione di attività, vetrofanie, locandine, stendardi, scritte su tende, gonfaloni, volantini, totem, striscioni etc..; nonché l’uso di messaggi pubblicitari con strumenti sonori, con pannelli luminosi, proiezioni cinematografiche, palloni frenati etc..

quotidiani

COMUNICAZIONE SU PERIODICI E QUOTIDIANI

La riscoperta della comunicazione attraverso la stampa sarà la nuova frontiera del 2014.
Se ne parla già da tempo nel mondo della pubblicità, che affronta gli stessi problemi dei periodici e quotidiani, ed è in cerca di una via d’ uscita x uscire da una crisi comune.
periodici e quotidiani hanno un grande valore di coinvolgimento, fiducia, riconoscimento, che i lettori sottolineano con un senso di identificazione quando dicono “Quello è il mio giornale”. Raramente si crea un’ attaccamento paragonabile nei media.
Con questo in mente si può guardare al 2014 come ad un grande anno per la “stampa” se intesa come “carta stampata”, con in più le estensioni digitali del giornale. «Il modo in cui dimostra di sapersi reinventare è eccezionale», si legge, e quel che la gente cerca su Internet è del giornalismo ben fatto.
Ma i giornali devono articolarsi in più direzioni per raggiungere più utenti e quindi lettori, attraverso il digitale.
Stesso percorso va intrapreso da chi vuole evidenziare la propria attività.  Multipiattaforma è la parola chiave, e quindi mettere insieme carta stampata(periodici e quotidiani), radio, tv, e digitale, realizzando un mix potentissimo. Per citare Dominic Williams, il quale sostiene “che i responsabili della parte editoriale dei giornali non sono mai stati così vicini alla parte commerciale”, possiamo dire che l’ agenzia IsCharlie di Carlo Stancanelli lavora per trovare nuove strategie comunicative, creando contenuti giornalistici partendo dalla pagina del giornale consultabile direttamente su tablet o altro dispositivo elettronico, rendendo quindi possibile l’e-commerce o la pubblicità oggi più di tendenza, la native advertising che ha stregato anche l’International New York Times.

Realizziamo progetti per il tuo business